Dove siamo:
Vedi sulla carta
S.Messe (settimana)
9:00  18:30

KRZYZ

Lug 18, 2016

Pellegrinaggio Nazionale a La Salette per il 170° anniversario dell'apparizione

Per celebrare il 170° anniversario dell’Apparizione della Vergine si è svolto, dal 1 al 3 luglio 2016 a La Salette, il pellegrinaggio nazionale organizzato dai Missionari della provincia italiana, in coincidenza con il Giubileo della Misericordia.


IMG 0190567Il pellegrinaggio, riassumendo quanto detto da San Giovanni Paolo II, nelle sue forme più autentiche costituisce un’alta espressione di pietà: per le motivazioni che ne sono all’origine, la spiritualità che lo anima, per la preghiera che ne segna i momenti fondamentali: la partenza, il “cammino”, l’arrivo, il ritorno.
Il pellegrinaggio è segno della condizione itinerante della Chiesa, popolo di Dio in cammino verso la Gerusalemme celeste. Davanti a noi brilla, nella gloria, Maria, Madre del Signore, spesso ritratta come una pellegrina, quale segno di sicura speranza e di consolazione. Il nostro pellegrinaggio ha una particolare connotazione mariana perché andiamo verso il monte scelto dalla Vergine per “annunciarci un grande Messaggio”.
Ad incontrare Maria a La Salette non ci si arriva per caso. Il Santuario de La Salette non sorge ad un incrocio fra grandi vie di comunicazione e non è né facile né comodo raggiungerlo ai quasi 2000 metri di altitudine, dove si trova. L’andare a La Salette è una scelta: bisogna prepararsi, anche materialmente. Vuol dire, per esempio, portarsi un giubbotto più pesante o un paio di scarpe chiuse ecc… Ma soprattutto vuol dire cercare di “lasciare a valle” tutto quel peso che ci impedisce di ascoltare il breve ma impegnativo Messaggio che la Vergine ci ha affidato con il preciso incarico “di farlo conoscere”.


Pellegrini italiani eravamo oltre 250 provenienti da Verona, da Isernia, da Aosta, dalla Calabria, da Napoli, da Salmata e da Roma.

 


Il pellegrinaggio è ufficialmente iniziato venerdì 1° luglio con una Veglia di preghiera che introduceva il tema “La Salette e la Misericordia”.IMG 0191456897


Sabato, dopo le Lodi e la presentazione del Messaggio la prima delle tre conferenze tenute da Mons. Cesare Nosiglia arcivescovo di Torino. Nel pomeriggio, dopo la Messa animata dal coro di Isernia e la seconda conferenza di Mons. Nosiglia, un concerto offertoci dalle autorità della città di Corps. Ha concluso la giornata la tradizionale e suggestiva processione-fiaccolata, con la statua della Vergine sui luoghi dell’Apparizione.


Domenica: le Lodi, l’ultima conferenza e la solenne celebrazione Eucaristica concelebrata da Mons. Nosiglia, dal vescovo emerito di Morondava (Madagascar) e da tutti i sacerdoti presenti; partecipavano anche pellegrini francesi, polacchi, cechi e tedeschi pertanto alcune parti della Messa erano lette nelle varie lingue.
Nel pomeriggio, dopo l’Adorazione e la processione con il Santissimo Sacramento, la Benedizione solenne ha concluso il pellegrinaggio.

 

 

Le foto di gruppo, un po’ di commozione e tanti abbracci e saluti. Siamo stati incaricati di salutare “tutta la comunità della nostra parrocchia” da Mons. Nosiglia che ricordava volentieri quando era Vescovo Ausiliare del nostro settore, da padre Celeste, da padre Stanislao, da padre Manuel (attuale rettore del Santuario).

1235

Con Mons. Nosiglia

 

IMG 0228678

Con Padre Celeste

 

IMG 0231

Con Padre Stanislao


Noi tre di Roma: Piera, suo marito Michelangelo ed io, eravamo col gruppo guidato da padre Heliodoro, che partiva da Salmata. Con noi, sul pullman, vi erano anche padre Luigi Carlo ed i giovani Religiosi Salettini: fratel Edvan, fratel Franzlei e l’aspirante Luca, tutti della comunità di Napoli.

IMG 0221456

Con Padre Heliodoro


Nel viaggio di andata abbiamo visitato Mantova, seguito “il percorso del Sangue di Gesù” e celebrato la Messa nella chiesa di Sant’ Andrea dove sono conservati i Sacri Vasi. Il giorno dopo, in Francia, abbiamo celebrato la Messa nel Santuario di Notre Dame du Laus dove la Vergine è apparsa, per ben 54 anni a partire dal 1664 alla pastorella Benoîte Rencurel.
Nel viaggio di ritorno a Bologna abbiamo lucrato il giubileo nella chiesa di San Domenico per gli 800 anni della fondazione dell’Ordine dei Predicatori, abbiamo visitato il monastero di santa Caterina da Bologna e celebrato la Messa nel Santuario della Madonna di San Luca. A Salmata ci aspettava padre Giancarlo con una “generosa” cena.

 

IMG 0138 


E’ superfluo sottolineare il clima di fraternità, di collaborazione, di condivisione che si è subito creato fra tutti i partecipanti; abbiamo pregato, cantato, scherzato: siamo diventati “amici”. Ci siamo lasciati ringraziandoci a vicenda e promettendoci di ri-incontrarci; ma il ringraziamento più grande va a padre Heliodoro per la sua disponibilità, la sua continua presenza e per aver organizzato il pellegrinaggio nel migliore dei modi.

 


Un pellegrinaggio a La Salette forse non cambia la vita ma lascia un segno: magari la voglia di verificarla. Comunque si torna arricchiti e di questo dobbiamo ringraziare solo la Vergine Riconciliatrice.


Ginetta

1596

Parola per oggi

Sante Messe

Domenica,    8:30;  10:00;  11:30;  18:30

Lun-Sab,       9:00;  18:30

 

Pro Memoria

L'umanità è una grande e  immensa famiglia ... Troviamo la dimostrazione di ciò da quello che ci sentiamo nei nostri cuori a Natale.
(Papa Giovanni XXIII)

Parrocchia Nostra Signora de La Salette
Piazza Madonna de La Salette 1 - 00152 ROMA
tel. e fax 06-58.20.94.23
e-mail: email
Settore Ovest - Prefettura XXX - Quartiere Gianicolense - 12º Municipio
Titolo presbiterale: Card. Polycarp PENGO
Affidata a: Missionari di Nostra Signora di «La Salette» (M.S.)
 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice! Accetta i cookie per chiudere avviso. Per saperne di più riguardo ai cookie utilizzati e a come cancellarli, guarda il regolamento Politica sulla Privacy.

Accetto i cookie da questo sito